Il pilota potrebbe aver volato MH370 per ore mentre i passeggeri giacevano morti in cabina

L’aereo mancante della Malaysia Airlines, il volo MH370, è stato volontariamente deviato con i passeggeri morti a bordo, secondo quanto crede un pilota commerciale.

Il pilota in pensione dell’Air France, Patrick Blelly, sta lavorando da anni per cercare di risolvere il mistero di ciò che è accaduto al jet commerciale dieci anni fa.

“La mia teoria è che il MH370 sia stato depressurizzato”, ha detto. “È abbastanza facile per un pilota depressurizzare un aereo. Tutto ciò che devi fare è mettere le valvole di pressurizzazione su manuale.”

Se il pilota ha effettivamente sovrascritto il sistema automatico per fare ciò, le maschere di ossigeno di emergenza avrebbero consentito ai passeggeri di sopravvivere per circa 20 minuti, il che significava che sarebbero presto stati slacciati svenuti e ‘neutralizzati’ dall’ipossia.

Riserve extra e maschere speciali nel cockpit, tuttavia, avrebbero dato al pilota abbastanza per più di 20 ore: abbastanza tempo per tracciare un percorso di volo molto diverso rispetto al suo viaggio previsto per Pechino.

Nel frattempo che stava aspirando l’ossigeno, il pilota avrebbe potuto spegnere l’alimentazione dei telefoni satellitari di bordo, lasciando l’equipaggio senza possibilità di contattare il suolo, allo scopo di compiere un omicidio-suicidio di massa di tutte le 239 persone a bordo.

Patrick pensa che non ci sarebbe modo che l’aereo potesse essere precipitato accidentalmente, e sostiene che sarebbe stato necessario abilità e strumenti per farlo ‘sparire’ in quel modo.

Il mistero della scomparsa del volo MH370 della Malaysia Airlines nel marzo 2014, con a bordo 239 persone, continua a incuriosire e a suscitare domande tra i familiari delle vittime e la comunità internazionale.

Le ricerche svolte in mare non sono riuscite a trovare resti significativi dell’aereo, alimentando varie teorie e speculazioni su cosa possa essere effettivamente accaduto a quel tragico volo.

Il pilota commerciale Patrick Blelly, in particolare, ha sviluppato una teoria intrigante sul destino del volo MH370, suggerendo che l’aereo sia stato deviato intenzionalmente da un pilota, che avrebbe depressurizzato la cabina per neutralizzare i passeggeri e compiere un atto di omicidio-suicidio.

Secondo la sua ipotesi, il pilota avrebbe potuto facilmente cambiare la rotta programmata dell’aereo per Pechino e disattivare le comunicazioni per impedire qualsiasi contatto con il mondo esterno. Questo avrebbe reso molto difficile individuare l’aereo o intervenire per impedire il tragico destino dei passeggeri a bordo.

La teoria di Blelly, se confermata, porrebbe delle inquietanti domande sulla sicurezza aerea e sulla possibilità che un singolo individuo con abilità pilota possa compiere un gesto così estremo e distruttivo.

Le modalità precise con cui il pilota avrebbe depressurizzato l’aereo e neutralizzato i passeggeri rimangono ancora oggetto di speculazioni e dibattiti, ma la sua spiegazione suscita sicuramente preoccupazioni sulle vulnerabilità dei sistemi di sicurezza delle moderne aeromobili.

Il mistero del volo MH370 rimane uno dei più grandi enigmi della storia dell’aviazione, con famiglie in lutto che continuano a cercare risposte e giustizia per i loro cari perso in quel tragico incidente.

Le autorità continuano a cercare indizi e prove che possano portare a una risoluzione del caso, ma l’assenza di resti dell’aereo e la mancanza di testimonianze dirette costituiscono un ostacolo significativo per una completa comprensione di ciò che è effettivamente accaduto.

La storia del volo MH370 continuerà a suscitare interesse e dibattito tra gli appassionati di aviazione e gli esperti del settore, ma resterà sempre una tragedia senza risoluzione definitiva per le famiglie delle vittime e per coloro che sono stati colpiti da questo evento scioccante.

Lavorare per comprendere ciò che è accaduto e per garantire maggiori livelli di sicurezza e protezione nei voli futuri sarà fondamentale per evitare tragedie simili in futuro e per dare un senso a una delle pagine più buie della storia dell’aviazione moderna.

#leggoberlino

LeggoBerlino Team
LeggoBerlino Team
Ciao e benvenuto nel Team redazionale di LeggoBerlino! Siamo un gruppo di giovani talentuosi e appassionati, composti da scrittori creativi, giornalisti in erba, esperti di cultura e appassionati di viaggi. Ci dedichiamo con entusiasmo a fornire contenuti di alta qualità e coinvolgenti per la comunità italiana in Germania. Siamo qui per te, italiani a Berlino, per condividere le ultime notizie, storie affascinanti e informazioni rilevanti che riguardano la città di Berlino e il mondo circostante. La nostra missione è quella di offrire un punto di riferimento per la comunità italiana, fornendo contenuti che rispecchino le vostre passioni, interessi e bisogni. Con una prospettiva unica e una voce distintiva, creiamo un mosaico di contenuti appositamente selezionati per te. Esploriamo ogni angolo di Londra, scoprendo i luoghi più interessanti, gli eventi culturali imperdibili e le attività che possono arricchire la tua esperienza in questa magnifica città. La nostra passione per la scrittura e la conoscenza si riflette in ogni articolo che produciamo, con l'obiettivo di ispirarti e informarti. Siamo consapevoli delle tue esigenze e vogliamo che ti senta parte di una comunità unita. Condividiamo consigli pratici, suggerimenti utili e informazioni indispensabili per semplificare la tua vita a Berlino. Siamo qui per te, per rispondere alle tue domande, offrire supporto e creare una connessione autentica tra noi e la comunità italiana. Siamo un team dinamico, appassionato e pronto ad ascoltarti. Se sei pronto per esplorare Berlino con noi, per ricevere notizie fresche e informazioni preziose, allora sei nel posto giusto. Benvenuto nel team di LeggoBerlino, dove insieme celebriamo l'amore per la città e creiamo un legame speciale con la comunità italiana in Germania.
RELATED ARTICLES

Most Popular