Mamma ha mangiato la testa decapitata del figlio di cinque anni per “avere lui con sé per sempre”

Una donna che ha decapitato suo figlio di cinque anni con un machete prima di cucinare e mangiare la sua testa è stata dichiarata legalmente insana da un tribunale egiziano.

Hanaa Mohamed Hassan, 29 anni, era sotto processo per l’omicidio del figlio Youssef, ma i giudici presso il Tribunale Penale di Zagazig hanno stabilito che non era in grado di fornire una difesa.

Invece, in una sentenza resa nota sabato, hanno dichiarato che aveva ucciso il ragazzo “in uno stato di follia” e che avrebbe dovuto essere internata in un reparto psichiatrico sicuro.

Secondo quanto emerso in aula, Hassan era stata scoperta quando l’orripilato zio di Youssef ha trovato alcune parti del suo corpo in un secchio nella casa di famiglia a Faqous.

Dopo l’arresto, la polizia ha riferito che la donna ha confessato di aver mangiato una parte della testa del figlio perché “voleva che rimanesse con lei per sempre”.

Aveva mutilato il suo corpo nel bagno prima di cuocere la testa insieme ad altre parti della sua carne in acqua bollente sul fornello.

Prima della sentenza, gli accusatori avevano sostenuto che Hassan aveva ucciso il figlio perché temeva di perdere la custodia del ragazzo nei confronti del suo ex marito.

Nonostante la decisione del tribunale, il caso ha suscitato indignazione e ripugnanza in tutto il paese. La gente si chiede come sia possibile che una madre possa commettere un atto di tale crudeltà contro il proprio figlio.

I commentatori hanno sottolineato anche la gravità della malattia mentale di Hassan e la necessità di una corretta assistenza e cura per le persone affette da disturbi mentali.

La decisione del tribunale di incarcerare Hassan in un reparto psichiatrico sicuro è stata accolta da opinioni contrastanti.

Alcuni sostengono che sia necessario proteggere la società da individui pericolosi come Hassan, in modo che non possano nuocere a sé stessi o ad altri.

Altri, invece, ritengono che una madre malata debba ricevere un trattamento compassionevole e professionale, in modo da poter guarire e riprendere una vita normale, anche se può sembrare impossibile per qualcuno che ha commesso un crimine così orribile.

Il Sistema Giudiziario Egiziano si trova ad affrontare una dura sfida nel trovare un equilibrio tra la protezione della società e la giustizia per gli imputati con problemi di salute mentale.

Il caso di Hassan è solo l’ultimo di una serie di episodi scioccanti che hanno messo in evidenza la necessità di una maggiore consapevolezza e comprensione dei disturbi mentali.

La società egiziana è chiamata a confrontarsi con la realtà che anche tra di noi ci possono essere persone che soffrono in silenzio, che hanno bisogno di cure e sostegno adeguati.

È importante che sia il governo che la società civile lavorino insieme per fornire servizi di salute mentale accessibili e di alta qualità, in modo da poter prevenire tragedie come quella che ha coinvolto il piccolo Youssef.

Inoltre, è necessario intensificare gli sforzi per sensibilizzare l’opinione pubblica sui disturbi mentali e combattere lo stigma sociale che spesso impedisce alle persone di cercare aiuto.

La storia di Hassan è un tragico esempio di come una malattia mentale grave possa portare a comportamenti estremi e devastanti.

Speriamo che questo caso possa rappresentare una svolta nel modo in cui la società egiziana affronta e tratta i disturbi mentali, in modo che nessun altro bambino debba mai subire una tale violenza.

#leggoberlino

LeggoBerlino Team
LeggoBerlino Team
Ciao e benvenuto nel Team redazionale di LeggoBerlino! Siamo un gruppo di giovani talentuosi e appassionati, composti da scrittori creativi, giornalisti in erba, esperti di cultura e appassionati di viaggi. Ci dedichiamo con entusiasmo a fornire contenuti di alta qualità e coinvolgenti per la comunità italiana in Germania. Siamo qui per te, italiani a Berlino, per condividere le ultime notizie, storie affascinanti e informazioni rilevanti che riguardano la città di Berlino e il mondo circostante. La nostra missione è quella di offrire un punto di riferimento per la comunità italiana, fornendo contenuti che rispecchino le vostre passioni, interessi e bisogni. Con una prospettiva unica e una voce distintiva, creiamo un mosaico di contenuti appositamente selezionati per te. Esploriamo ogni angolo di Londra, scoprendo i luoghi più interessanti, gli eventi culturali imperdibili e le attività che possono arricchire la tua esperienza in questa magnifica città. La nostra passione per la scrittura e la conoscenza si riflette in ogni articolo che produciamo, con l'obiettivo di ispirarti e informarti. Siamo consapevoli delle tue esigenze e vogliamo che ti senta parte di una comunità unita. Condividiamo consigli pratici, suggerimenti utili e informazioni indispensabili per semplificare la tua vita a Berlino. Siamo qui per te, per rispondere alle tue domande, offrire supporto e creare una connessione autentica tra noi e la comunità italiana. Siamo un team dinamico, appassionato e pronto ad ascoltarti. Se sei pronto per esplorare Berlino con noi, per ricevere notizie fresche e informazioni preziose, allora sei nel posto giusto. Benvenuto nel team di LeggoBerlino, dove insieme celebriamo l'amore per la città e creiamo un legame speciale con la comunità italiana in Germania.
RELATED ARTICLES

Most Popular