Putin affronta una ribellione da parte dei combattenti di prima linea che ha reclutato dalle carceri russe

Un gruppo di combattenti russi inviati nelle zone più pericolose del fronte ha rifiutato di combattere per Vladimir Putin in segno di protesta per il terribile modo in cui vengono trattati.

Chiamate “squadre Storm-Z”, queste unità sono composte da una miscela di detenuti delle carceri russe e soldati regolari che vengono degradati come punizione per presunti comportamenti “ubriachi” o “sotto l’effetto di droghe”.

Il loro compito è abbastanza semplice, secondo cinque dei combattenti e otto altri che hanno lavorato a stretto contatto o fianco a fianco con loro: sono gli uomini schierati nelle zone di guerra più pericolose.

E il loro destino è quasi inevitabile.

“Combattenti Storm, sono solo carne”, ha detto un soldato regolare dell’unità dell’esercito n. 40318, che è stato inviato nella città fortemente contesa di Bakhmut nell’est dell’Ucraina a maggio e giugno.

Ha detto di aver disobbedito a un comandante che gli aveva ordinato di lasciare indietro un gruppo di sei o sette combattenti Storm-Z feriti per dar loro assistenza medica sul campo di battaglia.

Non sa perché il comandante abbia dato l’ordine di abbandonare i propri uomini, ma ha sostenuto che questo rappresentasse come i combattenti Storm-Z fossero considerati di valore inferiore rispetto alle truppe ordinarie dagli ufficiali.

Secondo i combattenti e coloro che hanno lavorato con loro, le squadre Storm-Z sono formate da persone che vengono selezionate principalmente tra i prigionieri delle carceri russe. Questi prigionieri, a loro volta, sono spesso vittime di una sistematica violazione dei diritti umani. Sono costretti ad arruolarsi nelle squadre Storm-Z come parte di un accordo per ottenere una riduzione della pena o dei benefici per loro stessi o per i loro familiari.

Una volta arruolati, i combattenti Storm-Z vengono inviati nelle zone più pericolose del fronte, dove le possibilità di sopravvivenza sono minime. Vengono considerati dei semplici strumenti che possono essere sacrificati per i fini del regime di Putin.

La situazione in cui si trovano è critica. Non solo devono affrontare il nemico sul campo di battaglia, ma sono anche soggetti a maltrattamenti e abusi da parte dei propri ufficiali. Vengono spesso privati di cure mediche adeguate e trattati come oggetti di poco valore.

La decisione di rifiutarsi di combattere per Putin è un atto di coraggio da parte di questi combattenti russi. Si ribellano contro le ingiustizie a cui sono sottoposti e lottano per ottenere un trattamento migliore.

La situazione in Ucraina è già abbastanza grave, ma il rifiuto di combattere da parte di queste squadre Storm-Z rischia di gettare ulteriormente il paese nell’instabilità. Senza queste truppe, la Russia potrebbe aver bisogno di rafforzare il suo schieramento militare nell’est dell’Ucraina, il che potrebbe portare a un aumento dei combattimenti e delle vittime.

È importante che il mondo prenda atto di quanto sta accadendo e si mobiliti per garantire che i diritti umani di questi combattenti Storm-Z, e di tutti i soldati coinvolti nel conflitto in Ucraina, siano rispettati. Non possiamo permettere che le persone vengano utilizzate come strumenti e sacrificate per motivi politici.

La comunità internazionale deve fare pressione sul governo russo affinché ponga fine a questo sistema di reclutamento forzato e garantisca il rispetto dei diritti umani delle persone coinvolte. I combattenti Storm-Z meritano di essere trattati con dignità e rispetto, come qualsiasi altro soldato.

#leggoberlino

LeggoBerlino Team
LeggoBerlino Team
Ciao e benvenuto nel Team redazionale di LeggoBerlino! Siamo un gruppo di giovani talentuosi e appassionati, composti da scrittori creativi, giornalisti in erba, esperti di cultura e appassionati di viaggi. Ci dedichiamo con entusiasmo a fornire contenuti di alta qualità e coinvolgenti per la comunità italiana in Germania. Siamo qui per te, italiani a Berlino, per condividere le ultime notizie, storie affascinanti e informazioni rilevanti che riguardano la città di Berlino e il mondo circostante. La nostra missione è quella di offrire un punto di riferimento per la comunità italiana, fornendo contenuti che rispecchino le vostre passioni, interessi e bisogni. Con una prospettiva unica e una voce distintiva, creiamo un mosaico di contenuti appositamente selezionati per te. Esploriamo ogni angolo di Londra, scoprendo i luoghi più interessanti, gli eventi culturali imperdibili e le attività che possono arricchire la tua esperienza in questa magnifica città. La nostra passione per la scrittura e la conoscenza si riflette in ogni articolo che produciamo, con l'obiettivo di ispirarti e informarti. Siamo consapevoli delle tue esigenze e vogliamo che ti senta parte di una comunità unita. Condividiamo consigli pratici, suggerimenti utili e informazioni indispensabili per semplificare la tua vita a Berlino. Siamo qui per te, per rispondere alle tue domande, offrire supporto e creare una connessione autentica tra noi e la comunità italiana. Siamo un team dinamico, appassionato e pronto ad ascoltarti. Se sei pronto per esplorare Berlino con noi, per ricevere notizie fresche e informazioni preziose, allora sei nel posto giusto. Benvenuto nel team di LeggoBerlino, dove insieme celebriamo l'amore per la città e creiamo un legame speciale con la comunità italiana in Germania.
RELATED ARTICLES

Most Popular